mercoledì 4 marzo 2015

Jüdisches Museum Berlin & Kadishman masks


Perché Berlino è così.
Ti giri a Est e c'è la storia, ti giri a Ovest e vedi il futuro.
Ti distrai tra palazzi di Piano e metropolitane che funzionano 24/24 ma poi, d'un tratto, come uno schiaffo, ti ritrovi davanti il memoriale all'olocausto, o chissà quale altro monumento volutamente ancora ricoperto di fuliggine per lasciare sempre vivo il ricordo di un periodo storico che non verrà di sicuro dimenticato.

Cammini con il tuo vanilla chai di Starbucks in mano verso il Check point Charlie pensando a come un pezzo di storia sia diventato così tremendamente turistico ed ecco in arrivo il secondo schiaffo... subito ti distrai e invece eccolo li: il museo ebraico, tra sofferenza e design, un museo che mai avrei creduto mi sarebbe piaciuto così tanto. Lo consiglio. Se non altro per arricchirci un po' di storia; per annusare i ricordi e sentire che qui è ancora tutto più vivo che mai.
Quella del post di oggi è stata una giornata davvero bella e interessante, intensa e utile a vivere la città.

Il video che vedrete in fondo al post è la parte finale del percorso al museo ebraico, una sorta di opera interattiva che ognuno può interpretare a proprio piacimento, l'opera è dell'artista israeliano  Kadishman.







Il video lo potete vedere per intero sul mio canale YOUTUBE cliccando QUI :


giovedì 26 febbraio 2015

Hic bin ein Berliner


La mia prima volta a Berlino, tante aspettative e che dire...tutte ben riposte.
Ho lasciato a Berlino un pezzo di cuore: per le sue contraddizioni, la sua architettura, la sua storia e la fissazione con il cibo vegano.
La hall di un albergo che di sera diventa una discoteca, i mezzi pubblici funzionanti 24/24.
Pura fantascienza in Italia. Già meglio a Istanbul.

Mi giro a Est e vedo la east gallery con tutti i suoi murales e il cemento che trasuda di storia, mi volto a ovest e vedo solo design, palazzi imponenti e la magia di una città che funziona bene.
Mi piace pensare che posso mangiare carne di maiale (a Istanbul missione quasi impossibile ovviamente) e non il bacon di mucca; mi piace pensare che però se voglio una torta gluten free non devo girare cento supermercati ma è una opzione della colazione.
Mi piace vedere come non ci sia l'esistenza di fornelli nella metropolitana e come tutto sia così alla moda e cool.

Sono rimasta davvero colpita da questa città e spero davvero di tornarci presto.
Se volete vedere tutte le foto seguitemi su instagram @eleonoramoretti e preparatevi perché ci sono tanti altri post delle cose che ho visto e annotato in questa splendida città.








martedì 17 febbraio 2015

La neve a Febbraio, un latte macchiato da Starbucks e l'aria del Natale.


Dopo una piccola tregua durata giusto il week-end qui a Istanbul la neve è ritornata più copiosa che mai, con fiocchi che neanche a Cortina ai tempi d'oro.
La cosa strana e che sinceramente non mi era mai capitata di vedere è che qui non solo nevica, ma nevica con il sole. Quando sembra che tutto sia finito e tu hai già un piede fuori dalla porta.... no; Ri-inizia a nevicare, peggio di prima se possibile. Istiklal Caddesi (una delle strade più famose e affollate) sembra una pista di sci di fondo e anche solo pensare di prendere un latte macchiato da Starbucks sarà un'impresa.
Ce la farà la nostra eroina ad andare in palestra?

Seguitemi su Instagram @eleonoramoretti magari scopriremo insieme che brava pattinatrice sul ghiaccio sarò diventata!



martedì 10 febbraio 2015

Insta- Istanbul #4

Oggi ad Istanbul aspettavamo la neve ma per il momento, allo stato attuale, nulla di fatto, solo pioggia e umidità... pare che mi porti dietro ovunque vada il clima di Ferrara!
Io spero ancora negli ultimi rimasugli del Natale, con in mano un vanilla tea di Starbucks mentre nelle vetrine dei negozi sono già presenti costumi e abiti primaverili.
La scorsa settimana abbiamo scoperto un nuovo ristorante di mezze turche (tipici antipasti della città) fantastico, passeggiato a Ortakoy con le mille luci della moschea che illuminano il Bosforo e ho anche iniziato a cimentarmi con il Pilates... quante novità!

Se siete curiosi di vedere un sacco di patate all'opera seguitemi su Instagram @eleonoramoretti






YOU MIGHT ALSO LIKE...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I migliori articoli di sempre!